venerdì 10 giugno 2016

Mali, molto mali

Nei giorni scorsi un lavoratore originario del Mali (Africa), residente in un accampamento nel sud del Paese che lo "ospita" e certamente ne sfrutta il lavoro agricolo, un Paese che noi conosciamo piuttosto bene dal momento che ci viviamo dalla nascita, è stato fatto fuori da un carabiniere il quale, pare, si è difeso da un assalto all'arma bianca, ci si perdoni l'ironia, eseguito dal maliano medesimo durante una sorta di parapiglia che il carabiniere ed i suoi camerati erano stati chiamati a sedare. Non sappiamo se il maliano era al corrente che in Italia c'è la pena di morte ready made: forse no. Noi invece, per il motivo sopraccennato, lo sappiamo e non ce ne dimentichiamo mai. I compagni del maliano hanno ieri manifestato contro il fattaccio, ed ho intravisto delle scritte, invero da analfabeti, sul razzismo italiano. No no, i carabinieri ammazzano senza considerare il colore della pelle.

Etichette:

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page