mercoledì 14 dicembre 2016

Chieda consiglio a un parroco

Rilanciamo tre buone battute indirizzate a Renzi Matteo nel momento della sua sconfitta colossale al referendum. Una di Paolo Mieli: "dovrebbe fare il deputato di Pontassieve e chiedere consigli a persone disinteressate, tipo a un parroco". Una di Gianni Cuperlo: "Matteo, io non temo il voto, temo il risultato del voto."Una del vignettista Giuliano: "Renzi ricomincia da capo, ma non è un po' vecchio per rifare il boy scout?"

Segnaliamo tra parentesi l'errore di coloro che dichiarano quello Gentiloni uguale al governo precedente. Non è uguale, intanto la Boschi è stata promossa perché sia neutralizzata, il Lotti ha avuto un pugno di mosche, Alfano è passato agli Esteri, non è mica cosa da poco; la Giannini, unica signora di una certa classe nella compagnia, è stata lasciata da parte; agl'Interni è subentrato uno che certo sarà migliore di Alfano. Infine: non c'è più Renzi. 
Gentiloni ci fa lo stesso effetto di Monti dopo Berlusconi: di ristoro.

Etichette: , , , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page