venerdì 16 aprile 2010

Capro espiatorio.

L'attenzione mediatica al prezzo della benzina serve a coprire l'aumento di tutte le altre merci, dunque l'aumento del prezzo della benzina fa da capro espiatorio. I prezzi comunque aumentano, e certo non calano, nonostante le chiacchiere sulla crisi della "domanda". I commercianti, e coloro che possono rifarsi scaricando sui prezzi delle loro merci l'aumento dei prezzi che devono pagare (come tutti), hanno accumulato in decenni tanto grasso che possono resistere anni e anni senza mollare: piuttosto chiudono bottega e vanno a godersi il maltolto accumulato all'estero - così ha fatto in questi giorni un grosso rivenditore di pneumatici a Firenze, lasciando nella merda 17 dipendenti.

Etichette:

1 Commenti:

Blogger Matteo ha detto...

E nonostante questo si lamentano sempre e sono sempre lì a chiedere meno tasse (perché poi, visto che non le pagano?).
Blog interessante.

17.4.10  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page