martedì 13 aprile 2010

Uranio ucraìno.

Un nuovo metodo di risoluzione del problema bombe atomiche s'intravede in un gustoso articolo sul Corriere di ieri (13 aprile), dove si narra che, dopo anni di "impegno" Usa, presto il governo ucraìno (con l'accento sulla i) alienerà l'uranio in suo possesso affidandolo a chi? Ma al governo Usa.

Dal momento che i padroni del mondo e i loro più o meno sinceri servitori temono che stati od organizzazioni "inaffidabili" s'impadroniscano del sapere e della materia utili a realizzare bombe atomiche e che le usino come i padroni del mondo hanno fatto nel 1945 in Giappone, adesso si agitano molto (chi la fa l'aspetti) contro Iran e Corea del Nord (quella "cattiva", invece quella del sud è "buona"), e, quando possono, comprano l'uranio in possesso d'altri, come hanno fatto con il governo ucraìno. Perché non cada in mano dei "cattivi" (bad people, diceva GWB).

Altrimenti useranno le maniere forti, magari per interposta nazione "alleata".

Etichette:

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page