lunedì 10 ottobre 2016

Dogs & Pigs

Trump, che ci ricorda un conoscente di circa cinquanta anni fa, diciamo un amico di amici, a piccole dosi anche divertente, diciamo egosintonico, è stato offeso dall'attore De Niro, che in pubblico gli ha dato del cane (dog) e del porco (pig), e subito i tg della colonia americana dove siamo nati e cresciuti a riprodurre il filmato. Di De Niro ricordiamo uno sketch ai tempi della seconda guerra del Golfo, quando si fingeva arabo rispondendo ad un finto ispettore Onu che no, non disponeva di "armi di distruzione di massa". De Niro, assetato di denaro e dissipatore del suo innegabile talento in film osceni, si schiera dunque contro Trump, cioè per Hollywood, cui deve tutto. Hollywood è da poco meno di un secolo uno strumento del dominio Usa sul mondo, come la CIA, le bombe atomiche, il dollaro, il debito pubblico più grande della Terra, e la forza militare. Chi sia il presidente conta poco, o nulla.
Trump è politicamente scorretto, questa l'unica differenza tra lui e la Clinton. 

Etichette:

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page