mercoledì 12 aprile 2017

Livori in corso

A proposito dell'antisemitismo in Francia, che si manifesta anche nelle scuole ai danni degli studenti ebrei, un lettore del Corriere ha scritto che tale manifestazione maligna dipende anche dalla diffusione di notizie sugli insediamenti ebraici nei territori della Palestina occupati da 50 anni da Israele, ragione per cui un po' di colpa di tale manifestazione maligna (di cui non conosciamo l'entità numerica) la hanno i media, ha scritto il lettore (dal nome ebraico, quindi non disinteressato).

A proposito del presidente siriano Assad un esponente dell'amministrazione Trump ha detto che costui è peggio di Hitler, in quanto Hitler non avvelenò i tedeschi come Assad avvelena i siriani. Al che un esponente della comunità ebraica Usa ha obbiettato che Hitler usò il gas per uccidere ebrei. Insomma, pare che nessuno sia peggio di Hitler, che oramai è divenuto proprietà privata della comunità ebraica internazionale. Ci viene in mente uno scambio di battute tra un certo Harry ed una prostituta negra, in Deconstructing Harry, di W. Allen. Harry sconsolato afferma sfogandosi che nessuno è uno schifo di uomo come lui, allora la prostituta negra, consolatoria, gli fa: no, Hitler era peggio di te. E Harry risponde: be' sì, in effetti Hitler era peggio di me.

Etichette: , , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page